Le perle

Le Perle. Un capolavoro della natura, simbolo di purezza.

Perla deriva dal latino "pernula" cioè mollusco, conchiglia. Perle Akoya, Perle d'Acqua Dolce, Perle del Mare del Sud,

La Perla

Le perle devono il loro nome dal latino “pernula” cioè mollusco, conchiglia.

Alcuni fanno derivare il nome della Perla dalla parola persiana “murwari”, “figlia della luce”, (il che contribuisce a spiegare il perchè le perle siano sempre state un simbolo di purezza e innocenza.

La perla è da sempre conosciuta ed apprezzata nell’antichità.

La sua immagine è sempre stata indissolubilmente legata  alla luna, all’acqua e soprattutto alla donna.

Associate a re, nobili e grandi personaggi del cinema e dello spettacolo, troviamo spesso importanti testimonianze della Sua presenza: dalle perle di Cleopatra a quelle che Nerone era solito depositare sul letto prima di coricarsi; dalla “croce del Sud”, (gruppo di nove perle unite fra loro a formare una croce, facente parte del tesoro della Gran Bretagna) alla peregrina a forma di pera regalata da Richard Burton a Liz Taylor.

Forme e Colorazione delle perle

La formazione della perla è causata da un elemento disturbatore, solitamente un piccolo parassita, che penetra all’interno del corpo del mollusco, quest’ultimo attiva un meccanismo di difesa che consiste in una combinazione di carbonato di calcio, meglio conosciuto con il nome di madreperla.

Le perle in natura esistono di varie forme. Tra le perle naturali oltre alle classiche perle sferiche,ricordiamo:

  • le “mezze perle ( perle cresciute contro la conchiglia e che quindi oltre ad avere una forma semisferica si presentano incomplete nella parte piana basale);
  • le perle a bottone” ( che, pur avendo forma semisferica, hanno strati perlacei anche nella parte appiattita, alla base del bottone)
  • e le perle “blister” (bolle perlacee cave anch’esse a forma sferica).

Oltre che per  forma, le perle si differenziano per dimensioni e colori:

  • bianche
  • giallastr;,
  • rosa;
  • perle nere; 
  • albicocca (arancio-giallo);
  • blu;
  • bronzo (marrone-rossiccio);
  • champagne (giallo-rosato),
  • cioccolato;
  • crema;
  • oro;
  • verde;
  • grigio;
  • arancio;
  • pesca (arancio-rosato);
  • prugna (viola-rossastro);
  • porpora;
  • rosso violetto;
  • bianco;
  • giallo;
  • le sfumature intermedie a queste tinte.

L’ ”Oriente” o “Overtone” è il colore secondario emanato dalle Perle e, insieme alla lucentezza, è ciò che distingue gli esemplari più belli; (Il termine “oriente” viene dal latino “oriens”, che significa “il sorgere del sole”).

“Il lustro” si riferisce allo spessore della madreperla ed (al pari delle inclusioni nelle gemme trasparenti, della purezza e della tessitura) ne determina il valore.

Perle con superfici morbide e sferiche riflettono la luce più uniformemente di quelle con significative imperfezioni.

Le perle e le loro varietà

Tra le varietà più apprezzate ricordiamo le varietà Akoya, d’Acqua Dolce, Mare del Sud e Tahitiane

  • Le perle Akoya (Pinctada fucata martensi) che derivano il nome dalla parola giapponese “akoya-gai”, usata per designare le perle di acqua salata, crescono tipicamente in un periodo che può andare da otto mesi a due anni. Si sviluppano all’interno di un´ostrica in cui sono state inserite da due fino a cinque sferette di madreperla. Le Perle Akoya misurano solitamente da 2 a 6 millimetri di diametro.
  • Le perle di Acqua Dolce (Hyriopsis Cuingii) vivono in acqua dolce e producono perle in diversi colori e forme. Una volta che sia stato innestato con un lembo di tessuto estraneo, un singolo mollusco può produrre fino a cinquanta perle. Questa varietà di perle sono molto luminose, colorate e di forma tipicamente barocca.
  • Le perle del Mare del Sud (Pinctada Maxima) hanno colore bianco, argentato e dorato. Crescono in un periodo che va dai due mesi ai sei anni e tollerano l’innesto di un nucleo per volta. Le Perle del Mare del Sud sono tra le perle di maggiori dimensioni: misurano in media dai dieci ai sedici millimetri di diametro, fino,in taluni casi, ai venti millimetri.
  • Le perle Tahitiane (Pinctada Margaritifera) derivano il nome dall’isola tropicale della Polinesia francese. Sono le perle più ricercate. Crescono in un periodo che va dai quattro ai cinque anni, ospitano solo un nucleo per volta, anche più volte. Le Perle Tahitiane sono in assoluto le perle di maggiori dimensioni presentando normalmente un diametro che va dagli otto ai sedici millimetri.

Condividi questo articolo sui tuoi Social Network

clicca sui pulsanti di condivisione rapida sottostanti 

Pin It