I gioielli nel Medioevo

L'uso dei gioielli in Epoca Medievale ha attraversato diverse fasi distinte che sono state fortemente influenzate da continue

I gioielli nel Medioevo

L’uso dei gioielli in Epoca Medievale ha attraversato diverse fasi distinte che sono state fortemente influenzate da continue guerre.

Nel suo periodo “precoce” (dal 500 CE al 1000 C), l’Europa è rimasta per lo più isolata e devastata da  frequenti guerre. Durante quel periodo solo poche aree isolate sono riuscite a mantenere una certa produzione significativa di gioielli, in particolare le Isole Britanniche. L’epoca nota come Medioevo (1000-1300 dc) è stata caratterizzata dalla supremazia della Chiesa cristiana e dall’inizio delle crociate, che alla fine ha stabilito contatti con terre e culture straniere. I due secoli che seguirono sono stati caratterizzati dal lento progresso della tecnologia, dell’arte e della cultura, che alla fine è culminata con la nascita del Rinascimento.

I primi 500 anni del Medioevo hanno visto prevalere  le guerre e la fame. L’avanzamento di quasi ogni forma d’ arte venne smesso o in alcuni casi totalmente abbandonato. Gli unici conservatori d’arte erano nobili, famiglie reali e la Chiesa cattolica, che sono riusciti a salvaguardare le grandi quantità di ricchezza dell’Europa occidentale. Essi hanno continuato a perfezionare l’abilità della creazione del  gioiello, in particolare per i Celtici continentali e gli anglosassoni sulle Isole Britanniche. La Popolazione in generale comunque ha continuato ad usare sporadicamente oggetti realizzati con materiali semplici e pietre semi-preziose, spesso indossate a causa di specifiche credenze superstiziose per allontanare il male e la malattia. Con il passare degli anni i gioielli più semplici divennero disponibili alla popolazione in generale. Indipendente dalle pestilenze e dalle continue guerre, gli artigiani hanno continuato a migliorare il loro mestiere ed affinare la loro arte.

la stabilità generale, che è giunta dopo il 1000 d.c., ha consentito la risurrezione di molte forme d’arte in disuso ivi comprese il gioiello. Gli stili germanici e gotici sono stati in grado di viaggiare più liberamente in Europa e influenzare la popolazione locale e artigianale con  nuovi stili e decori. Con l’avvento delle  crociate (11°/13 ° secolo) slavi e vichinghi sono stati completamente convertiti  al cristianesimo permettendo così una più facile condivisione dell’ arte su tutta l’Europa. Entro la fine del 13° secolo, l’aumento della classe media ha portato la ricchezza e l’arte a tutte le masse e consentito all’Europa di prepararsi per l’avvento del Rinascimento e per la rapida espansione dell’arte europea in tutto il mondo.


Condividi questo articolo sui tuoi Social Network

clicca sui pulsanti di condivisione rapida sottostanti 

Pin It